Tu sei qui

(NEVER) MIND THE GAP

Incontri tra "generazioni" I giovani ex allievi incontrano gli studenti del Liceo

Scelta dell'università, lingue straniere, mete per lo studio all'estero, possibilità di impiego e progetti di carriere professionali dopo la laurea … di questo ed altro si è parlato l'11 maggio nell'aula magna della sede di via Cirenaica del nostro Liceo.
 
Circa quaranta ragazzi hanno dialogato per quasi due ore con tre ex allievi nati a metà degli anni 1980, i quali hanno condiviso con gli studenti delle classi del triennio del liceo la loro esperienza post Avogadro e post-laurea.
 
Rispetto all'edizione dell'anno scorso, alla quale hanno partecipato Livio Romano (Economia), Delia De Siervo (Fotografia, London College) ed in videoconferenza Luca Ravagnani (Economia) e Silvio Lattanzi (Ingegneria Informatica) , l'edizone del 2012 ha la presenza di materie umanistiche quali giurisprudenza, "rappresentata" da Daniele Pompei e scienze politiche, con Gabriele Carracoy (entrambi classe 1985), mentre le facoltà scientifiche sono state rappresentate dal l'ingegnere aerospaziale Marco Ducci.
 
Alle domande concepite dai ragazzi sotto la guida del prof. Stefano Vaselli hanno fatto seguito, con lo sciogliersi dell'atmosfera, questioni dirette poste dai ragazzi, che hanno trovato risposte piene di partecipazione. L'incontro, che ha fornito consigli e notizie di prima mano su quello che si trova dietro la porta del liceo e sui percorsi universitari che più si potrebbero avvicinare alle aspirazioni dei ragazzi, si è chiuso con un messaggio di consapevolezza: la particolare "congiuntura" che stiamo attraversando richiede elasticità ed inventiva nello sviluppare un proprio percorso formativo e professionale, spirito di sacrificio e disponibilità a trasferirsi, volontà, capacità organizzativa e competenza, tutte doti che si formano e si accrescono tradizionalmente nel nostro liceo, come hanno ribadito i nostri associati. E poi, in giro per il mondo … M.Bruschi e G. Mangino

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer